I 3 SEGRETI PER AVERE UNA PELLE BELLA, LUCIDA E GIOVANE IN INVERNO

Postato da saperilocali 23/12/2019 0 Commenti Benessere,

pelle viso curata

 

In inverno si sa, la pelle è particolarmente soggetta a stress e disidratazione a causa, sicuramente del freddo ma anche di altre cause particolarmente legate alla stagione fredda, allo stile di vita, al tipo di alimentazione particolarmente ricca di alimenti a forte capacità ossidativa che minacciano la tua pelle al punto tale da non avere più una pelle bella, lucida e di aspetto giovanile.

Ma perché ti parlo di come avere una pelle bella, lucida e di aspetto giovanile in questo mio articolo?

La pelle (o meglio, tutto ciò con cui il nostro corpo ha contatto con l’ambiente esterno) è la nostra corazza naturale. Ci difende da ogni attacco esterno che può provenire dai raggi solari, dalle basse temperature, dallo smog urbano, da sostanze chimiche aggressive come il fumo della sigaretta, dallo stress legato al nostro stile di vita relazionale e lavorativa, finanche ad eventuali terapie farmacologiche che stiamo seguendo per un determinato disturbo o una malattia.

La pelle rappresenta la nostra barriera anche contro l’attacco di virus, di batteri, di funghi.

Insomma, non è buona norma non curarsene, trascurarne la sua salute e non salvaguardarne la sua integrità, la sua bellezza, la sua lucidità, il suo aspetto.

Pensa che il nostro corpo (parlo di quello mio, di persona adulta) è costituito dal 65% di acqua e questo fa capire benissimo quanto è importante il giusto apporto di acqua nella vita di tutti i giorni anche per la salute della nostra pelle.

Quindi, uno dei primi comportamenti responsabili per una pelle disidratata è che “beviamo poca acqua” (mi riferisco all’acqua naturale, semplice e non a tutte quelle bevande alternative, addizionate, gasate, ecc. che spesso vengono propinate al posto di una sana bevuta di acqua. Quelle non fanno bene, anzi!

IO LI HO ABOLITE dalla mia dieta e così anche la mia famiglia, come atto di amore e di responsabilità verso me stessa e verso i miei cari).

 

Ma perché l’acqua è così importante per la nostra pelle e cosa dobbiamo fare perché eserciti la sua funzione idratante nel modo più corretto possibile?

L’acqua nella pelle permette gli scambi tra l'esterno e l'interno del nostro corpo, ovvero, l'acqua si sposta dal derma verso la superficie esterna, imbibendo i differenti strati per diffusione e trasportando verso l’esterno sostanze in eccesso e tossine metaboliche. Lo strato superiore dell'epidermide, naturalmente protetto dal film idrolipidico, frena questo processo d'evaporazione, evitando che la pelle si disidrati, oppure, ostacolando il processo di purificazione della pelle.

Quindi, acqua e film idrolipidico devono coesistere nella pelle ma nel giusto equilibrio tra idratazione e purificazione.

In caso di alterazione di questo equilibrio, la pelle soffre! L'acqua presente nel derma non circola più verso l'esterno, il film idrolipidico non svolge più la sua funzione protettiva oppure, diventa asfissiante.

 

A questo punto, ti svelo il mio PRIMO SEGRETO, ovvero, proteggi e rinnova giornalmente il film idrolipidico della pelle; ricostituendolo tutte le volte che viene rimosso attraverso, ad esempio, l’uso di saponi poco adatti alla detersione della pelle”.

Possiamo ricostituire il film lipidico attraverso una corretta alimentazione e l’applicazione quotidiana di prodotti naturali ad uso cosmetico sulla pelle.

Ma questo segreto vale per tutti i tipi di pelle, oppure, per quella grassa, possiamo farne a meno?

Si, vale per tutti i tipi di pelle (secca, grassa, mista), perché il problema di disidratazione si può presenta anche per una pelle grassa.

Ma che differenza c’è tra una pelle secca ed una pelle disidratata?

Anche se i sintomi sono molto simili, non bisogna confondere una pelle disidratata con una pelle secca. Si tratta di due problematiche diverse.

La disidratazione cutanea è uno stato non abituale e passeggero, non per forza legato ad un tipo di pelle, che si manifesta con una perdita di luminosità, di comfort, e sensazioni più o meno intense e persistenti di "pelle che tira", soprattutto dopo la doccia quando la pelle presenta squame biancastre che allo sfregamento si sfaldano. La pelle disidratata è carente di acqua, si presenta sottile, e poco elastica. Spesso è possibile vedere le venuzze sottopelle, che fanno apparire il volto ancora più stanco e segnato. Come già detto, è una condizione temporanea che possiamo risolvere bevendo della semplice acqua e consumando alimenti con fattori idratanti naturali (continua a leggere, di seguito ti dico quali).

Anche la pelle mista o grassa può essere disidrata. Sembra un paradosso ma anche se presenta una buona oppure, un’eccessiva produzione di sebo, la pelle si potrebbe presentare disidrata per mancanza d’acqua. Questo fenomeno fa risultare la pelle spenta, e nel momento in cui la detergiamo, subito dopo, dà la sensazione che tira.

La pelle disidrata ha bisogno di sostanze in grado di trattenere le molecole d’acqua nelle e tra le cellule dell’epidermide.

Invece, la pelle secca è, viceversa, carente di lipidi, vale a dire delle sostanze grasse prodotte dalla secrezione delle ghiandole sebacee. La pelle secca si presenta con desquamazioni, pori poco dilatati, presenza di rughe anche in giovane età, sensazione di pelle asciutta e arida, poca elasticità e colorito spento e chiaro. Quasi sempre è anche una pelle che tira, sensibile e con presenza di rossori superficiali.

Quando la secchezza cutanea diventa molto importante ed oltre alla mancanza della parte lipidica (grassa) c’è anche una forte disidratazione (mancanza di acqua), si può manifestare la xerosi cutanea, fastidiosa e, ahimè, antiestetica.

Tuttavia, la pelle secca o molto secca potrebbe essere uno stato permanente della nostra pelle. Aggravato dall’utilizzo frequente, o anche semplicemente occasionale, di cosmetici che contengono parabeni, SLS, SLES, e siliconi. Letteralmente negativi per la nostra pelle e sicuramente da evitare per non alterare o addirittura compromettere l’integrità del nostro biofilm cutaneo.

Così, arrivo al mio SECONDO SEGRETO, che voglio condividere con te, ovvero, quello di seguire la giusta SKIN CARE quotidiana per una pelle sana.

Seguire, step by step, una routine, quella appropriata alla tua pelle, ti permetterà di preparare la tua “corazza” a ricevere tutti quelle attenzioni che serviranno a mantenere integra la sua struttura e a valorizzare, con una maggiore performance, i cosmetici che utilizzerai.

Ma prima di rivelarti come costruirti la tua routine quotidiana, ti devo dire alcune cose su come certi meccanismi biologici funzionano dentro la nostra pelle. In questo modo, capirai bene perché, poi, devi fare quello che ti consiglio.

Quando il nostro organismo è a riposo e si ricarica di energia, la pelle è più irrorata di sangue e più ossigenata. Quindi, è nelle condizioni migliori per accelerare il ricambio cellulare e favorire il processo di riparazione cutanea. Lontana da agenti esterni come sole, vento e inquinamento, la pelle attiva anche le naturali risorse per combattere i radicali liberi, provvedendo poi all'eliminazione delle tossine che si creano durante questo processo metabolico.

Ecco perché, oltre alle creme specifiche per idratare il viso, anche i prodotti ad azione detox sono importanti, tanto quanto le giuste ore di sonno.

La corretta combinazione di questi fattori, renderanno le ore di sonno ancora più produttive per la bellezza.

I prodotti detox sono ricchi di principi attivi antiossidanti che se abbinati a sostanze esfolianti, stimolano il ricambio cellulare, liberano il viso dal grigiore e dagli ispessimenti della cute e riattivano la pelle affaticata.

Così il sonno diventerà un vero beauty sleep!

Durante la notte, la pelle del viso e del corpo va incontro ad un turnover cellulare scandito da un orologio interno, i cosiddetti cicli circadiani. La velocità alla quale le cellule si riproducono raggiunge il proprio picco tra le ore 23:00 e le 4:00, dandoci quell’aspetto più fresco e paffuto al risveglio. La pelle, naturalmente, procede ad eliminare le cellule morte spingendole in superficie durante la notte. Per favorire il naturale processo di esfoliazione della pelle, è importante esfoliare almeno due volte a settimana come parte della routine serale e detergere il viso la mattina, in modo che, la mattina andremo a rimuovere tutte le cellule morte e il sebo in eccesso.

In questo modo, dopo un sano beauty sleep, la pelle sarà più ricettiva ai prodotti di skincare che applicheremo al mattino.


Devi, infatti, sapere che durante tutto il giorno, come dicevo all’inizio di questo mio articolo, la nostra pelle ha una varietà di minacce da affrontare e passa il tempo a difendersi dagli agenti esterni, in particolare dai raggi UV e dall’inquinamento atmosferico (smog, fumo di sigarette e polveri sottili). Ecco perché, di notte, la pelle, liberata dal suo compito di auto-difesa, inizia i lavori di controllo, rigenerazione e riparazione.

Per questo, è proprio durante la notte che bisogna agire sulla pelle, affinché possa svolgere perfettamente la sua funzione naturale al meglio e con meno sforzi. Questo, fa si che la pelle si mantiene sana, lucida e con un aspetto giovanile.

Prodotti ricchi di antiossidanti sono indispensabili per combattere i radicali liberi accumulati di giorno dalla pelle e, durante il beauty sleep, devono essere un “mai senza”.

Ed ecco svelato il mio TERZO SEGRETO, che metto a tua disposizione: la giusta alimentazione aiuta a mantenere la pelle sana dall’interno delle cellule della cute, mentre i giusti cosmetici naturali aiutano a mantenerla integra dall’esterno”.

Partiamo, quindi, da cosa mangiare a tavola per avere una pelle sana, lucida e di aspetto giovanile.

In inverno, bisogna portare a tavola cibi ricchi di buoni acidi grassi polinsaturi Omega-3 e vitamine dall’azione antiossidante come la vitamina A, la vitamina C e la vitamina E.

>>>> Se sei interessata a saperne di più su come funzionano queste vitamine nel nostro corpo, ti invito a leggere su questo blog, gli interessantissimi articoli scritti dalla biologa ricercatrice, Natalia Di Pietro, dell’Università degli Studi di Chieti >>>>

 

  1. Tra gli alimenti per una pelle sana troviamo:
  • Noci, nocciole e mandorle (in generale la frutta secca): aiutano a mantenere l’equilibrio della barriera idrolipidica e a limitare i danni causati dai radicali liberi;
  • Zucca (tra le migliori cure naturali per pelle secca): ottima per idratare e depurare la pelle;
  • Pesce azzurro: preziosa azione antiage, rigenerante attraverso il collagene e idratante;
  • Semi di lino: riparano, proteggono e rigenerano il tessuto cutaneo; ottime nelle insalate;
  • Verdure e Frutta di stagione, come spinaci e verze che contengono sali minerali preziosi che contribuiscono a mantenere la pelle più idratata, e agrumi ricchi di vitamina C;
  • Legumi, così preziosi fonti di vitamina E e di aminoacidi per la riparazione cellulare;
  • Pompelmo: contribuisce all’ossigenazione delle cellule, per un colorito più vivace e luminoso della pelle;
  • Castagne: per avere una pelle più irrorata dal microcircolo e quindi più ossigenata;
  • Patate: aiutano a schermare l’epidermide dall’attacco dei radicali liberi;
  • Spinaci: ideali per conservare l’idratazione cutanea;
  • Avocado: assicura nutrizione e idratazione alla pelle e stimola la produzione di collagene.

Questi cibi vanno assunti crudi, quando è possibile, freschi (sempre!) e se necessitano un trattamento termico, assicurarsi di cuocerli tramite cotture sane, come la cottura a vapore, la lessatura e la cottura al forno con coperchio, evitando sempre le alte temperature per non alterare i preziosi micronutrienti.

Oltre all’alimentazione con cibi freschi e naturali, può essere utile anche ricorrere a degli integratori alimentari naturali, di uso erboristico. Questo, quando si deve intervenire, ad esempio, sulla pelle molto secca. Il massimo effetto che si ricava con l’uso di integratori alimentari di uso erboristico e quando vengono combinati con altre sostanze all’avanguardia in dermatologia. Così, ad esempio, la glucosammina e i fosfolipidi, presenti in alcuni integratori, garantiscono un’idratazione superficiale e profonda della pelle.

  1. Mentre davanti allo specchio ricordati la SKINCARE e i suoi passi fondamentali:

  1. ELIMINARE IL TRUCCO

Eliminare ogni residuo di trucco è essenziale per avere una pelle giovane e bella. , il trucco li ostruisce limitando la produzione di collagene e favorendo così la formazione delle rughe. L’ideale sarebbe struccarsi con acqua micellare o un detergente oleoso, oppure, utilizzare dei prodotti detox night routine. È importante scegliere un prodotto struccante che sia capace di rimuovere il trucco waterproof e le sostanze inquinanti accumulatesi sulla pelle durante il giorno (se ti si è fatto tardi e devi andare a dormire, per questa volta, puoi utilizzare delle pratiche salviettine!!! ma giurami che non diventi un’abitudine. Sarebbe una cattiva abitudine).

  1. DETERSIONE

Non usare detergenti eccessivamente aggressivi per la pulizia del viso e corpo. È consigliabile utilizzare prodotti ricchi di vitamine A, C, E, che hanno proprietà antiossidanti ed emollienti. La detersione del viso servirà ad eliminare le tracce di trucco residue e per ricevere i giusti componenti che la aiuteranno idratarsi. Questo vale anche per il corpo quando si è sotto la doccia.

Non dimenticare il tonico: permette di finalizzare la precedente detersione e preparare la pelle a ricevere i trattamenti successivi. Basta passarne una piccola quantità sul viso con un dischetto di cotone, praticando dei movimenti rotatori che incentivano la circolazione. Il tonico oltre appunto a tonificare la pelle aiuta a minimizzare i pori dilatati, eliminando i residui di trucco ed impurità, aiuta a ristabilire il normale ph della pelle.

  1. IDRATAZIONE

La pulizia deve essere accompagnata dall’uso di creme per garantire l’idratazione. Per arginare gli effetti negativi del freddo sulla pelle è fondamentale ricercare una crema viso per l’inverno dagli attivi specifici per un’azione nutritiva profonda.

 

Di sera, si può, invece, spalmare una crema nutriente, ricca di vitamine, sostanze proteiche ed emollienti, capaci di ripristinare la morbidezza e l’elasticità. I principi attivi contenuti nelle creme del rituale di bellezza serale hanno un’importanza fondamentale. Scegli quei prodotti che contengono nella loro formulazione sostanze naturali ricche di vitamina A, retinolo (un micronutriente che promuove il turn over cellulare e favorisce la produzione di collagene ed elastina), acido ialuronico e oli vegetali nutrienti come quello di rosa moqueta o argan.

Consigli preziosi:

  1. per idratare la pelle secca in inverno scegli creme che contengono, naturalmente, acido ialuronico, glicerina e alloina. Aiutano anche a mantenere il corretto equilibrio della barriera idrolipidica;
  2. per le pelli più giovani si può ricorrere ad una crema viso invernale con oli e burri vegetali, ricchi di acidi grassi essenziali che ridonano compattezza e turgore alla cute;
  3. per le pelli mature è consigliata l’azione antiossidante della vitamina E per proteggere l’epidermide dall’azione negativa dei radicali liberi, più aggressivi in inverno a causa delle alte percentuali di smog nell’aria;
  4. in caso di arrossamenti frequenti può essere necessario l’applicazione di una crema a base di argilla bianca, acido glicirretico, rusco e orzo dalle proprietà calmanti;
  5. mentre, per addolcire la pelle si può scegliere una crema viso specifica con malva, calendula e miele per restituire alla pelle morbidezza.

Se poi si ha un po’ di tempo in più e la pelle è in condizioni disastrose, ti consiglio di seguire il RITUALE DI BELLEZZA GIAPPONESE; un po’ più articolato del classico siero/crema ma estremamente valido per sfoggiare, in poco tempo, una pelle del viso semplicemente perfetta.

Questo prevede ben 7 step, si inizia con lo:

1) struccarsi, fondamentale sempre, poi,

2) detersione;

3) maschera in tessuto (idratante, purificante, anti-stress in base al problema che si desidera contrastare);

4) uso della tua essenza preferita (acqua);

5) applicazione del siero viso;

6) applicazione della crema viso e, infine,

7) uso del contorno occhi.

Dopodiché, la tua pelle al mattino sarà ringiovanita, quasi trasformata.

4. SCRUB (solo una volta a settimana!!!)

L’esfoliazione della pelle non deve essere mai trascurata. Lo scrub consente, infatti, di eliminare dallo strato cutaneo superficiale, le cellule morte ed avere una pelle fresca e luminosa.

Questo step non deve essere praticato tutti i giorni.

Chi ha la pelle grassa, può esfoliare a giorni alterni.

Coloro che hanno la cute secca o sensibile, invece, una sola volta a settimana.

Per una buona esfoliazione, può essere utile utilizzare prodotti a base di acido glicolico, acido salicilico o acido lattico, che agiscono con delicatezza effettuando un peeling che elimina facilmente la pelle morta.

Anche uno scrub fatto in casa, con zucchero bianco, farina di cocco ed un olio vegetale, può essere una buona alternativa, “naturale”, per esfoliare la pelle e favorire il ricambio cellulare.

 

Infine, prima di salutarci, ti svelo il mio …

ULTIMO SEGRETO. Ricordati che, per svegliarsi fresche e riposate, con una pelle bellissima, bisogna riposare davvero: dormire è già un rituale di bellezza!

>>>>Segui questi 3 + 1 SEGRETI, sia a tavola che davanti allo specchio durante quest’inverno. Ti assicuro che la tua pelle sarà bella, lucida e di aspetto giovanile >>>>

Per la tua spesa, a tavola e per la beauty routine quotidiana, scrivimi a pescara@saperilocali.it o chiamami al 085 4308478.

>>>> Ti aiuterò a trovare il prodotto giusto per te! >>>>

 

Stammi bene,

Paola

Lascia un commento

Cookie strettamente obbligatori

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati. Tali cookie vengono impostati solo in risposta ad azioni da te effettuate come lingua, valuta, sessione di accesso, preferenze sulla privacy. Puoi impostare il tuo browser per bloccare questi cookie ma il nostro sito potrebbe non funzionare in quel momento.

Analisi e statistiche

Cookie o qualsiasi altra forma di memorizzazione locale utilizzata esclusivamente a fini statistici (Cookie analitici). Questi sono anche noti come "cookie di prestazione".

Marketing e Retargeting

Cookie o qualsiasi altra forma di archiviazione locale necessaria per creare profili utente per inviare pubblicità o per tracciare l'utente su un sito Web o su più siti Web per scopi di marketing simili.

Loading...
Loading...