Leggi quello che ho da dirti sugli integratori alimentari. Quattro semplici regole

Postato da saperilocali 27/05/2020 0 Commenti Benessere,Integratori,Didattica,

 

Leggi quello che ho da dirti sugli integratori alimentari.

Quattro semplici regole!

 

Cosa sono gli integratori alimentari? La normativa di settore (Direttiva 2002/46/CE, attuata con il decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169) li definisce come "prodotti alimentari destinati ad integrare la comune dieta e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali le vitamine e i minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, in particolare, ma non in via esclusiva, aminoacidi, acidi grassi essenziali, fibre ed estratti di origine vegetale, sia monocomposti che pluricomposti, in forme predosate".

E’ vero, spesso la legge parla con paroloni ma, di seguito, ti spiego perché quando si parla di integratori i “paroloni” sono importanti ma prima vengono le domande per fare subito chiarezza sull’argomento e così intenderci su quanto ho da dirti sugli integratori.

Tu sei una persona che pensa che consumare un integratore sia come bersi un bicchiere di acqua fresca?

Sei per caso una di quelle che assume integratori perché lo dice la Tv?

O magari sei una di quelle altre persone che, pur vivendo una vita sregolata, con abitudini alimentari sbagliati, stressata, pensa che l’integratore alimentare possa risolvere tutto, senza sapere o forse senza ammettere che sta nascondendo la polvere sotto il tappeto?

Wow, quante domande ma prima di risponderti, devo mettere un po' d’ordine sulla questione integratori.

Sicuramente lo sai ma è meglio ripeterlo. In genere, gli integratori alimentari sono venduti in capsule, compresse, polveri in bustine, flaconcini e simili, e possono contribuire, in base alla loro composizione, a migliorare lo stato di salute e a favorire il regolare funzionamento dell'organismo.

Gli integratori alimentari sono dei veri e propri prodotti alimentari e come tali, non possono vantare proprietà terapeutiche, né capacità di prevenzione, né quella di curare le malattie e sono soggetti alle norme in materia di sicurezza alimentare.

Ma allora perché si vendono o perché, per quanto mi riguarda, si dovrebbero consumare?

Gli integratori alimentari, se ben formulati, possono essere utilizzati in alcune particolari situazioni come, ad esempio, la mancanza di una sostanza nutritiva o un suo aumentato fabbisogno per l’organismo, per favorire la salute e il benessere.

Tuttavia, data la concentrazione di sostanze nutritive di particolare effetto fisiologico, il loro consumo, per essere sicuro ed utile, va accompagnato con un’approfondita conoscenza sulle proprietà e su come funziona nell’organismo. La conoscenza deve esser appresa in modo consapevole ed informata da fonte certa.

Per questo, è importante ricordare 2 COSE MOLTO IMPORTANTI.

  • LA PRIMA è che gli integratori non devono mai essere considerati come sostituti di una dieta varia ed equilibrata né di uno stile di vita sano;
  • LA SECONDA è che, prima di utilizzare un integratore, deve essere consultato preventivamente il medico se:
  • non si è in buona salute o si è in cura con determinati farmaci perché potrebbero comparire degli effetti indesiderati e delle interazioni tra le diverse sostanze presenti nel nostro organismo in dosi concentrate;
  • si pensa di utilizzare più integratori alimentari insieme;
  • l’impiego è destinato a fasce di popolazione vulnerabili come i bambini e le donne durante la gravidanza e l’allattamento;
  • gli integratori non devono essere assunti per periodi prolungati né in dosi superiori a quelle consigliate in etichetta;
  • diffidare degli integratori reperibili al di fuori dei comuni canali commerciali come, ad esempio, acquistarli su internet da siti non specializzati e senza l’assistenza, seppur da remoto, di persone competenti (questo consiglio vale per tutti quei prodotti che acquistiamo su internet per mangiarle o spalmarle addosso, senza aver parlato prima con un consulente dell’azienda, aver chiesto informazioni, spiegazioni, consigli. Tutto questo è possibile, è gratis, ed è un tuo diritto quello di essere informato prima di spendere soldi inutilmente e magari facendoti inconsapevolmente del male. La legge dice che questo lo fa l’etichetta. Io ti dico che meglio dell’etichetta, lo fa l’abitudine di parlare con persone esperte. Lo stesso vale per chi va al supermercato e pensa che acquistare un prodotto senza nemmeno sapere il vero significato degli ingredienti riportati in etichetta, come è stato realizzato e se, nel mio stato di salute, gli fa o meno bene. Qualcuno, la scambia pure come una forma di libertà. Libertà da cosa e da chi? Boh! Questo non è, certamente, il mio stile);
  • in caso di effetti indesiderati, o inattesi, bisogna sospendere l’assunzione e informare il medico.

 

REGOLA N. 1: L’integratore è un alimento che completa la nostra dieta comune, non sufficiente a fornirci tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno quotidianamente per un perfetto equilibrio biologico

 

Se la nostra dieta di tutti i giorni fosse perfetta, probabilmente, non avremmo bisogno di integrarla.

Quindi, prima di prendere un integratore dobbiamo sapere cos’è che non va bene nella nostra dieta, oppure, cos’è che non va bene nel nostro organismo, per cui abbiamo bisogno di assumere un integratore.

Partiamo dal comprendere perché assumiamo integratori alimentari che ci aiutano a rafforzare le difese immunitarie, tema, questo, ricorrente, quanto meno ad ogni cambio di stagione ma anche, ad ogni cambio di dieta, di luogo di soggiorno ma anche di stress temporaneo che stiamo vivendo in famiglia, al lavoro, con noi stessi.

Il sistema immunitario è al lavoro tutto il giorno per proteggerci da batteri, virus, funghi e parassiti che potrebbero causare malattie. È costituito da una rete estremamente complessa di cellule e molecole (come ad esempio gli anticorpi) che ricercatori di tutto il mondo studiano continuamente e molto c’è ancora da capire.

Molti integratori in commercio affermano di aumentare l’attività del sistema immunitario (???!!). Devi sapere che, il concetto di aumentare la nostra “immunità”, scientificamente parlando, è una “bufala”, ha poco senso, non funziona come per “una pozione magica” che ci trasforma e ci fa diventare “invincibili”.

No! Non è così e chi lo dice, sta cercando solo di fregarti!

Infatti, aumentare il numero di cellule nel corpo o la quantità di anticorpi, per esempio, potrebbe non essere necessariamente positivo in un determinato momento della propria vita e/o della propria salute. Come suggerisce il nome, il sistema immunitario è costituito da un “sistema”, ovvero, da un insieme di cellule e molecole le cui funzioni e interconnessioni sono molto complesse e deve essere sempre in un “equilibrio” naturale, secondo il tuo organismo e la media dei casi riscontrati dalla scienza.

Ecco perché, quando una persona mi dice che deve aumentare il suo sistema immunitario, io rispondo con questa domanda: Quali sono le tue conoscenze per sapere se e quali cellule o molecole dovrebbero essere incrementate nel tuo sistema immunitario?

Questa è una domanda sulla quale nemmeno la scienza, finora, non ha dato risposte.

Vi sono alcune prove che varie deficienze di micronutrienti - ad esempio, carenze di zinco, selenio, ferro, rame, acido folico e vitamine A, B6, C ed E - alterano le risposte immunitarie. Non è quindi falso asserire che i componenti contenuti in molti integratori siano importanti o fondamentali per il sistema immunitario ma è falso dichiarare che assunti in aggiunta ad una dieta equilibrata miglioreranno l’efficienza immunitaria.

La cosa fondamentale da capire è che possiamo sostenere il nostro sistema immunitario e quindi far in modo che lavori al meglio fornendogli un giusto apporto di vitamine e soprattutto sali minerali fondamentali per il nostro metabolismo attraverso una sana alimentazione e intervenire con un’integrazione alimentare solo laddove esistono delle carenze, fermo restando che, alla base di tutto questo, ci deve sempre essere uno stile di vita sano.

Ora, prima di iniziare a prendere un integratore, bisogna partire dall’assumere uno stile di vita sano per vedere quanto questo influenza, già di fatto, il nostro sistema immunitario mantenendolo in uno stato sano e forte.

 

REGOLA N. 2: Ogni parte del corpo, incluso il sistema immunitario, funziona meglio se protetto da aggressioni ambientali e sostenuto da strategie di vita sana come: non fumare, consumare regolarmente frutta e verdura fresche da coltivazione biologica o ecosostenibile, fare esercizio fisico, dormire di notte e a sufficienza, lavarsi spesso le mani e avere una corretta igiene personale e così via

 

I micronutrienti (vitamine, minerali, aminoacidi, acidi grassi, enzimi) svolgono un ruolo fondamentale per il nostro stato di salute ottimale.

Le vitamine vengono suddivise in due famiglie: liposolubili (A, D, E, K1) e idrosolubili (B1, B2, B6, nicotinamide, acido pantotenico, biotina, acido folico, B12 e C).

Le vitamine intervengono come co-fattori in centinaia di reazioni biochimiche nel nostro organismo. Nella numerosa famiglia delle vitamine alcune sono antiossidanti (vitamina A, C, E), altre sono co-fattori nel metabolismo (gruppo B) mentre altre ancora servono come anti-tumorali e per la salute delle ossa (vitamina D).

Il nostro organismo ne richiede una quantità giornaliera pari a milligrammi o microgrammi. Le vitamine devono essere introdotte con la dieta giornaliera (non vanno bene quelle sintetizzate, poiché, in taluni casi, è il nostro organismo che si occupa di sintetizzarle).

Perché spesso le vitamine si trovano solo negli alimenti freschi e, nel caso degli integratori, è importantissima la formulazione con la quale viene offerta la vitamina?

Devi sapere che le vitamine sono molto sensibili, alla temperatura (B1, B2, B6, B9 e C), al pH, agli enzimi presenti nell’alimento e alla luce del sole (E, K, B2, B12). Quando qualcuno di queste condizioni cambia, la vitamina si deperisce e non è più disponibile per il tuo organismo.

Quindi, se pur stai consumando quel prodotto che pensavi che potesse avere la vitamina di tuo interesse, in realtà la vitamina non è più presente nel prodotto.

Questo è uno dei molti motivi perché non è sufficiente consumare prodotti che sappiamo essere sani ma è importante anche consumarli nel modo più appropriato possibile, inclusi anche gli integratori.

 

REGOLA N. 3: Un prodotto è sano quando è naturalmente ricco di micronutrienti e, allo stesso tempo, viene consumato in un modo corretto che consente al nostro organismo di assorbire i suoi micronutrienti

 

Le vitamine non vengono utilizzate nel nostro organismo per produrre energia, né per costruire le cellule dei tessuti ma:

• fanno parte di coenzimi;

• sono precursori di ormoni;

• agiscono da antiossidanti;

• partecipano come substrati a reazioni specifiche.

Fai attenzione alle vitamine idrosolubili. Queste non vengono depositate negli organi e/o nei tessuti ma vengono rapidamente smaltite con le urine, il sudore o le feci. Mentre, quelle liposolubili rimangono nel corpo, attaccate alle cellule adipose o alle molecole di grasso presenti nei vari tessuti (per farla semplice, molte si trovano nel grasso del nostro corpo).

Cosa vuol dire questo?

Che devi continuamente rifornire il tuo corpo di vitamine, poiché quelle idrosolubili ne perdi buona parte con i liquidi, mentre quelli liposolubili vengono sequestrate dal grasso del tuo corpo. In entrambi i casi, non sono disponibili quando servono.

 

REGOLA N. 4: Devi consumare quotidianamente cibi che contengono naturalmente le vitamine o, alla meno peggio, integrare la tua dieta quotidiano con integratori naturali che sopperiscono ad una temporanea mancanza di cibi adeguati al tuo fabbisogno di micronutrienti

 

Per conoscere meglio e nel dettaglio i micronutrienti più importanti, le loro funzioni, la quantità giornaliera da assumere (RDA) e in quali cibi li puoi trovare naturalmente, ti invito a leggere altri e specifici articoli sui micronutrienti pubblicati sul nostro blog, www.saperilocali.com/blog, oppure, puoi consultare il portale del Ministero della Salute (www.salute.gov.it) dove trovi utili informazioni sui costituenti ammessi all’impiego negli integratori e il Registro in cui vengono riportati i prodotti regolarmente notificati per l’immissione sul mercato italiano.

 

Infine, se vuoi potenziare il tuo BENESSERE e RISPARMIARE allo stesso tempo, per te ho pensato ad una serie di prodotti semplici e naturali che certamente ti aiutano a stare meglio anche senza ricorrere agli integratori alimentari. Per scoprirla, ti invito a cliccare qui ==> SUPER OFFERTA FERMENTI LATTICI

 

Stammi bene,

 Paola

Lascia un commento

Cookie strettamente obbligatori

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati. Tali cookie vengono impostati solo in risposta ad azioni da te effettuate come lingua, valuta, sessione di accesso, preferenze sulla privacy. Puoi impostare il tuo browser per bloccare questi cookie ma il nostro sito potrebbe non funzionare in quel momento.

Analisi e statistiche

Cookie o qualsiasi altra forma di memorizzazione locale utilizzata esclusivamente a fini statistici (Cookie analitici). Questi sono anche noti come "cookie di prestazione".

Marketing e Retargeting

Cookie o qualsiasi altra forma di archiviazione locale necessaria per creare profili utente per inviare pubblicità o per tracciare l'utente su un sito Web o su più siti Web per scopi di marketing simili.

Loading...
Loading...