RESTA, NON TE NE ANDARE!


Per te uno sconto immediato del 10% alla cassa

APPROFITTA SUBITO!


inserisci in fase di ordine il coupon R-ESTATE18
Utilizziamo i cookie per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare sul sito o chiudendo questo pop up, l'utente accetta di utilizzare i cookie.

ANTOCIANINE: BENESSERE BLU – VIOLA A TAVOLA

Postato da saperilocali 20/07/2018 0 Commenti Alimentazione,Alimenti,Benessere,Ricette,Frutta e verdura di stagione,

ANTOCIANINE: BENESSERE BLU – VIOLA A TAVOLA

 

frutti e verdure ricche di antiossidanti come gli antociani

 Frutti di bosco (lamponi, mirtilli, more, ribes), fragole, susine, uva nera, fichi, prugne, bacche di açai, bacche di aronia (in assoluto l’alimento che contiene più antociani, 1480mg per 100g), melograni, melanzane, radicchio, cavolo viola, fagioli neri e patate viola. Le tonalità di colore di questi cibi, che variano dal nero, blu, blu-viola e porpora, è data dalla presenza di una particolare classe di pigmenti chiamati ANTOCIANI (dal greco anthos = fiore, kyáneos = blu) anche note come ANTOCIANINE.

Gli antociani sono composti che, grazie alla loro struttura molecolare, sono in grado di reagire con ossidanti quali per esempio i radicali liberi riducendo così i danni che queste molecole possono provocare alle cellule ed ai tessuti.

Come insorgono i radicali liberi? Sono il prodotto di diversi fattori che portano l’organismo ad invecchiare (a livello tessutale, si intende). Scelte alimentari errate, stress, disagi emotivi, mancanza di attività fisica sono le principali cause dell’insorgere dei radicali liberi.

Se non intervenissero gli antiossidanti, si produrrebbero in continuazione danni alle strutture cellulari perché le nostre abitudini odierne non sempre sono in linea con la nostra salute. Gli antiossidanti impediscono l’alterazione del funzionamento di alcune molecole molto importanti a livello biologico, come le proteine.

Gli antiossidanti sono composti chimici: in parte sono prodotti in maniera naturale dall'organismo e in parte vengono assunti attraverso l’alimentazione, come nel caso delle ANTOCIANINE.

Grazie alla loro attività antiossidante, le ANTOCIANINE hanno numerosi EFFETTI BENEFICI PER LA SALUTE UMANA (Li D. et al, 2017):

  • Contrastano l’invecchiamento: essendo super-antiossidanti contrastano il danno ossidativo dei radicali liberi che sono i precursori principali del processo di invecchiamento e delle malattie legate all’età (Peng C. et al, 2014; Samieri C. et al, 2014; Wei J. et al, 2017).
  • Azione antinfiammatoria: molti studi epidemiologici e sperimentali hanno dimostrato che gli antociani hanno effetti positivi nella prevenzione di malattie o disturbi associati all'infiammazione come per esempio la colite (Akiyama S. et al, 2012), il reflusso laringofaringeo (Samuels T.L. et al, 2013), la risposta infiammatoria postprandiale (Edirisinghe I. et al, 2011) ed i fastidi legati al dolore (Tall J.M. et al, 2004).
  • Attività antitumorale: è stato dimostrato che gli antociani, provenienti da una grande varietà di frutta e verdura, sono in grado di inibire l'iniziazione, promozione e progressione di diversi tumori, come il cancro del tratto gastro-intestinale (Kocic B. et al, 2011), il cancro al seno (Singletary K.W. et al, 2007; Hui C. et al, 2010; Devi P.S. et al, 2011), cancro alla prostata (Reddivari L. et al, 2007), carcinoma epatico (Bishayee A. et al, 2010, 2011), tumori del colon-retto e dell'intestino (Koide T. et al, 1996, 1997; Hagiwara A. et al, 2001; Bobe G. et al, 2006; Lala G. et al, 2006; Srivastava A. et al, 2007; Lim S. et al, 2013), tumori del sangue (Tsai T.C. et al, 2014), cancro del collo dell'utero (Rugina D. et al,2012), carcinoma polmonare (Aqil F. et al, 2012), fibrosarcoma (Filipiak K. et al, 2014), e melanoma metastatico (Bunea A. et al, 2013).

Tuttavia sono necessari ulteriori studi epidemiologici convincenti che siano in grado di confermare un'associazione positiva tra l'assunzione di alimenti ricchi di antociani e tumori.

  • Azione neuro-protettiva: studi epidemiologici suggeriscono un’attività neuro-protettiva degli antociani grazie alla loro capacità di migliorare le prestazioni cognitive, la memoria e le prestazioni motorie, indicando così la loro potenziale applicazione per la prevenzione di molte malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson e il morbo di Alzheimer (Youdim K.A. et al, 2004).
  • Prevenzione delle malattie cardiovascolari: la relazione tra l'assunzione di antocianine e il ridotto rischio di sviluppare malattie cardiovascolari è stata indicata in diversi studi epidemiologici (PrRimm E.B. et al, 1991; Wallace T.C., 2011). Uno studio recente su donne giovani e di mezza età ha mostrato che un'elevata assunzione di antociani risultava associata a una riduzione del 32% del rischio di infarto miocardico (Cassidy A. et al, 2013). Inoltre, uno studio recente, con 34.489 donne reclutate (Iowa Women’s Health Study), ha mostrato una significativa riduzione della mortalità per malattia cardiovascolare associata ad assunzione di fragole ricche di antociani (Mink P.J. et al, 2007).
  • Attività antidiabetica e anti-obesità: molti studi epidemiologici hanno confermato l'associazione inversa tra l'assunzione di antocianine ed il rischio di obesità e diabete
    Infatti è stato dimostrato che gli antociani sono in grado di migliorare i disturbi del metabolismo dei lipidi e del glucosio, entrambi fattori di rischio fondamentali per l'obesità e il diabete (Li G. et al, 2013; Muraki I. et al, 2013).
  • Miglioramento delle funzioni visive: nella ricerca oftalmologica, gli effetti antiossidanti degli antociani sono stati dimostrati nell'epitelio pigmentato della retina (Milburi P.E. et al, 2007). In modelli animali, è stato dimostrato che l'estratto di mirtillo era in grado di ridurre la cataratta e anche i livelli di ossidazione lipidica nel sangue (Kolosova N.G., 2004). Numerosi altri studi confermano gli effetti benefici degli antociani sulle funzioni visive (Tsuda T., 2012).

Controindicazioni

Le antocianine non hanno controindicazioni. Mangiare frutta e verdura ricca in antiossidanti è fondamentale per la nostra salute.

 

PROGETTO SANI - ACQUISTO INFORMATO

Per una dieta equilibrata, i prodotti che contengono polifenoli e antocianine, sono individuati nello shop di Saperi Locali con il bollino SANI di color viola:

Bollino SANI viola: antociani

 

Articolo a cura della Dott.ssa Natalia Di Pietro

PhD - Laboratory of Vascular and Stem Cell Biology

Department of Medicine and Aging Sciences - University “G. d’Annunzio”

Centro Scienze dell’Invecchiamento e Medicina Traslazionale, CeSI-MeT

 

Bibliografia

 

PICCOLE CURIOSITA’: LE ANTOCIANINE IN CUCINA

Risotto al Mirtillo Nero

Ingredienti per 4 persone

  • Riso carnaroli 300 gr
  • Olio EVO 20 gr
  • Cipolla 20 gr
  • Vino bianco 10 gr
  • Mirtilli neri 100 gr
  • Parmigiano 60 gr
  • Brodo vegetale fresco q.b.

Sminuzzare la cipolla, metterla nel fondo di un tegame con un filo d’olio e farla appassire con qualche goccia di brodo vegetale.

Aggiungere riso, tostarlo, sfumarlo con del vino bianco ed iniziare gradualmente ad aggiungere brodo vegetale. A metà cottura aggiungere una tazza di mirtilli neri. Terminata la cottura del riso, togliere dal fuoco e mantecare con EVO e parmigiano, aggiustare di sale se necessario.

Servire il risotto su un piatto basso e cospargerlo con mirtilli neri freschi.

Lascia un commento

Loading...
Loading...